Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il Taijiquan nasce nel 12° secolo circa dalla mitica figura di Zhang Sanfeng. Fino all’inizio del 1800 circa quando si parlava di Taijiquan non si faceva distinzione di stili, perchè l’unico stile che veniva praticato era quello Chen.

Dal 1800 in poi nasce lo stile Yang fondato dal maestro Yang Lu-ch’an . Fino a quel momento il Taijiquan dello stile Yang era detto della “piccola struttura” perchè l’ampiezza dei movimenti era ancora molto stretta come nello Chen Xiaojia. Il maggior rappresentante era il maestro Yang Pan-hou.

A poco a poco il Taijiquan andò discostandosi dallo stile Chen, sempre di più, fino a che agli inizi del 1900, Yang Ch’eng-fu codificò quella che oggi viene definita la forma lunga dello stile Yang.

Ufficialmente le forme della famiglia Yang sono:

  • la 103 movimenti a mani nude
  • la 49 movimenti a mani nude
  • la 13 movimenti sciabola (dao)
  • la 67 spada dritta (jian)

Altri maestri naturalmente praticano e insegnano la forma lunga dello stile Yang e spesso può capitare che il numero dei movimenti indicato sia diverso. Fondamentalmente la differenza stà nel conteggio dei movimenti. Nella sostanza quindi non si rilevano, nella maggior parte dei casi, rilevanti modifiche a quella che viene anche definita la forma classica di Yang Ch’eng-fu .

Approfondimenti:

Annunci